L’evento "Torino City Lab 1 anno dopo" è stata la cornice per il lancio di due call for testing promosse dall'European Space Agency (ESA) e dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), per lo sviluppo e l'implementazione di soluzioni e servizi innovativi di applicazioni e servizi spaziali nel contesto del 5G. Le call sono rivolte ad aziende che vogliano sperimentare nei due ambiti Cultural Heritage e Law enforcement and emergency response, con l'intento di creare nuovi servizi che sfruttino le tecnologie dello spazio per portare ricadute positive ai cittadini e alle imprese.

Gli operatori economici di settore sono inviati a proporre uno studio di fattibilità o un progetto dimostrativo sui due ambiti individuati entro il 18 dicembre 2019. Maggiori info sono disponibili sul sito ESA.

L'ESA è un'organizzazione internazionale che ha il compito di elaborare e portare a termine il programma spaziale europeo, con particolare riguardo allo sviluppo di tecnologie e servizi satellitari e per la promozione dell'industria europea di settore. La sua principale missione è garantire che gli investimenti nell'ambito aerospaziale continuino ad apportare benefici ai cittadini europei e del mondo.

Le due call si inseriscono nell'ambito del protocollo di intesa siglato da ESA e Città di Torino, per promuovere e supportare lo sviluppo di nuovi servizi per la smart city, basati sull'utilizzo di tecnologie satellitari e di reti 5G. L'obiettivo è rafforzare lo sviluppo e l'applicazione delle nuove tecnologie mutuate da settori differenti e applicate all'interno del contesto urbano per creare impatto sociale e nuove opportunità per cittadini e imprese. Nell'ambito dell’accordo la Città Torino metterà a disposizione le proprie competenze e gli asset di Torino City Lab per promuove il territorio cittadino come spazio aperto alla sperimentazione di soluzioni innovative supportando l’ecosistema dell’aerospazio e attirando nuove aziende e competenze.