La Città di Torino ha ricevuto in questi giorni due importanti riconoscimenti per a sua politica di innovazione.

In occasione dell’IRF Global R2T (Roads to Tomorrow) Conference & Exhibition di Las Vegas (Nevada) la Città è stata premiata per il "Global Road Achievement Award 2019" nella categoria “mobilità urbana” con il progetto "Torino Smart Road". La manifestazione riunisce oltre 150 speaker e stakeholder di circa 60 Paesi in un confronto su argomenti legati a tecniche di costruzione di strade innovative, sicurezza stradale, road charging, traffic management, veicoli connessi e autonomi. Il Global Road Achievement Awards è un concorso unico nel suo genere per riconoscere a livello mondiale progetti innovativi che pongono l'industria del settore stradale all'avanguardia. La Città di Torino, supportata da TTS Italia, ha concorso al premio con il progetto "The Torino Smart Road project: the role of public authorities as key enablers of innovative mobility services based on ITS".

L"Award Ecohitech" è stato invece assegnato a Bologna nel contesto del "Lumi Expo", manifestazione dedicata alle tecnologie IoT e alla digitalizzazione per l'ambiente costruito. Giunto alla sua XX edizione, il premio riconosce le Smart City italiane e le Pubbliche Amministrazioni che, attraverso l’adozione delle nuove tecnologie, hanno ottenuto importanti risultati di eco-compatibilità, sostenibilità ambientale ed efficienza energetica. Tra gli oltre 30 progetti candidati la Città si è aggiudicata il primo premio per “l’approccio innovativo, le continue sperimentazioni in ambito tecnologico e l’apertura a progetti condivisi volti a risolvere problematiche urbane attraverso l’adozione di IoT e Intelligenza Artificiale” grazie al Lab IoT/ IoD, che ha supportato le attività di sviluppo e testing di soluzioni innovative con il supporto di Fondazione Torino Wireless e del Consorzio TOP-IX .
La sperimentazione “Retrofit energetico” di Enerbrain esemplifica bene lo spirito del Lab: la tecnologia proposta dalla startup torinese è stata scelta dal gruppo Iren per trasformare alcuni edifici del Comune (principalmente scuole e uffici) in strutture sempre più smart grazie all'adozione di sistemi di retrofit energetico che permettono di ottenere un'importante risparmio energetico e un attento monitoraggio del comfort interno e della qualità dell'aria.