Oggi e domani si svolgerà completamente online il Climathon Torino 2020,  edizione locale della maratona mondiale di idee sul clima.

I partecipanti che stanno per dare vita alla maratona di co-progettazione sono più di settanta suddivisi in tredici team caratterizzati da nomi creativi e originali come i progetti preliminari delle loro proposte. "Cinque ortaggi in cerca d’autore”, "Biodirversi" “Osare Sostenibile”, “Green Engineering”, “Riqualificazione Combi”, “Sunny People”, “Ri-generazione COMBI”, “Simbiosi sociale”, “ECOmbi”, “ECOstudy”, “SemperVerde”, “Chimici in erba”  e“Chrysalis”, sono i nomi scelti dai gruppi per questa edizione.

Insieme a Torino parteciperanno a Climathon oltre 100 città in contemporanea nel mondo.

La sfida ambientale di  Torino ha come obiettivo la rigenerazione dell'area “ex Combi”, situata nella zona olimpica alle spalle del Dipartimento di Economia e Management.

Ma come avverrà la ri-progettazione di questa area? 

Per la rigenerazione ell'Area Combi dovranno essere ideate delle Nature-Based Solutions (NBS) ispirate al progetto europeo “proGireg”, ovvero soluzioni che sfruttano processi naturali per produrre beni e servizi in modo sostenibile nel pieno rispetto dell'ecosistema circostante.

Orti urbani, insetti impollinatori, tetti verdi e corridoi per la mobilità sostenibile, sono solo alcune delle NBS proposte dalle tredici squadre alla Città di Torino e a Environment Park, organizzatori dell’evento insieme a Università di Torino, Politecnico di Torino, Fondazione di Comunità Mirafiori, OrtiAlti e Polo di Innovazione CLEVER.

“Anche quest’anno siamo lieti di ospitare il Climathon - ha dichiarato l’Assessore all'Ambiente della Città Alberto Unia - una manifestazione unica nel suo genere che stimola studenti e cittadini a individuare progetti e soluzioni innovative per mitigare l’impatto dei cambiamenti climatici in ambito urbano”.

"Il Climathon Torino giunge al quinto anno consecutivo e seppur a distanza si conferma un'iniziativa formativa e divulgativa importante in grado di portare le sfide urbane nei programmi universitari, grazie alla consolidata partnership con Environment Park e con gli Atenei Torinesi nel quadro di Torino City Lab - sottolinea l’Assessore all’Innovazione Marco Pironti.

Le squadre saranno supportate nel loro lavoro da numerosi tutor con una vasta esperienza in ambito di NBS, pronti a contribuire e a dispensare consigli. I momenti di lavoro verranno alternati a giochi interattivi e spazi di confronto, per riproporre anche in questa edizione digitale l'atmosfera inclusiva e stimolante che ha caratterizzato le quattro edizioni passate del Climathon.

Fra i banchi di scuola la sfida è già partita la settimana scorsa presso l'Istituto Pertini di Torino con Young Climathon.

Negli ultimi giorni di lezione in presenza, la classe 3D della scuola secondaria di primo grado ha approfondito i temi delle Nature Based Solutions ascoltando gli interventi di esperti collegati a distanza tramite la LIM - lavagna multimediale, presentando i primi progetti di rigenerazione dell' Ex Area Combi oggetto della sfida.

Al termine delle 24 ore di gara, dopo aver valutato le varie proposte e  dopo aver assistito ai pitch dei team, sabato 14 alle ore 13 una giuria di esperti annuncerà pubblicamente i vincitori in una diretta streaming visibile sia sul canale YouTube “Torino City Lab” sia sul gruppo facebook “Climathon Torino”. La diretta comincerà fin dalla mattina alle ore 08.00 con la Yoga del risveglio.

La squadra vincitrice affiancherà il gruppo di progettazione dell'area di Università e Politecnico di Torino, per sviluppare la proposta e realizzare concretamente il proprio progetto. Si aggiudicherà inoltre l’NBS Award, che prevede un corso di orticoltura urbana di 8 incontri presso Orti Generali.

Il premio speciale Eco Champion andrà alla squadra che sarà più attiva nei numerosi momenti di gioco e svago in programma.

>>Link alla diretta Youtube.

>>Link alla diretta Facebook per chi è iscritto al gruppo Facebook Climathon Torino.