Una delegazione di Nagoya (Giappone) è arrivata a Torino il 9 novembre e si è fermata per ben tre giorni, con l'obiettivo di conoscere di persona i referenti della città, fra cui il Sindaco Stefano Lo Russo, e visitare i luoghi dell'innovazione tecnologica e sociale torinese. 

Per chi non la conoscesse Nagoya è la quarta maggiore città del Giappone e la terza città sul piano economico. 

Il dialogo fra Torino e Nagoya si inserisce nel quadro del programma europeo IURC per la cooperazione internazionale tra città e regioni, la Città di Torino è stata selezionata per un progetto di cooperazione biennale con la città giapponese di Nagoya. I due territori, già uniti da forti relazioni a partire dal gemellaggio firmato nel 2005, hanno caratteristiche molto simili visto il comune background industriale legato all’industria dell’automotive. Inoltre, vi è una visione condivisa rispetto all’importanza delle pubbliche amministrazioni come abilitatori degli ecosistemi locali e attrattori di competenze e know-how per favorire l’innovazione e la transizione verso città più giuste, inclusive e intelligenti. 

La giornata di giovedì 10 novembre ci ha visto coinvolti direttamente con un programma di visite ai luoghi dell'innovazione tecnologica del capoluogo piemontese. I sette delegati hanno iniziato il tour Tech da OGR, le Officine Grandi Riparazioni, dove Matteo Pessione, OGR Tech coordinator, ha fatto gli onori di casa descrivendo il passato e l'oggi di questa ex-fabbrica dedita alla manutenzione di locomotive, automotrici e vagoni ferroviari. 

Sono stati presentati i 14 programmi di OGR e dei suoi partner, scendendo nei particolari di due: Quickload, l'acceleratore per startup del settore gaming, e Takeoff Accelerator che si rivolge alle startup del settore aerospazio.

A seguire si è tenuta una working session con vari partner di CTE NEXT, la Casa delle Tecnologie di Torino, che hanno descritto i modi in cui l'ecosistema di innovazione torinese supporti startup e PMI.

La working session è stata guidata da Elena Deambrogio del Comune di Torino che ha introdotto Torino City Lab e CTE NEXT e i numerosi servizi che offrono alle imprese innovative.

La parola poi è passata alla delegazione che ha presentato con SUMI Toshio, Direttore dell'Ufficio di supporto alle startup di Nagoya City, il distretto innovativo, i programmi di accelerazione, gli eventi internazionali organizzati e tutto l'ecosistema innovativo locale. Per approfondire l'ecosistema di innovazione di Nagoya ecco il link al sito internet dedicato. 

Nel pomeriggio il dibattito si è spostato in CSI NEXT, dove il partner Fondazione Piemonte Innova ha descritto l'approccio di CTE NEXT all'urban testing con alcuni "use case", inoltre i delegati hanno conosciuto vari stakeholder sempre della Casa delle Tecnologie, fra cui Iveco Group e Planet Smart City. Fra i partner di CTE NEXT che hanno preso parte alla working session ricordiamo Links Foundation, I3P, 2i3T e Università degli Studi di Torino

Infine, una visita guidata da Paolo Brizzi, Digital Factory Program Manager di CIM4.0 - Competence Center alla linea pilota Digital Factory, per conoscere meglio il competence center dell'industria 4.0 e il suo modo di collaborare con altri enti dell'ecosistema.

Il giorno successivo, 11 novembre, il Comune di Torino in un tavolo di lavoro dedicato con la delegazione ha presentato tutte le possibili sinergie fra le due città, anche quelle individuate dai partner/stakeholder di TCL e CTE NEXT per concretizzare subito le idee e mettere a terra possibili collaborazioni. 

Fra le azioni a calendario, una visita a Nagoya a marzo 2023 del Comune di Torino con tutti i referenti delle varie sinergie individuate. 

Ringraziamo la delegazione per la visita e tutto l'ecosistema per aver risposto prontamente a questa opportunità di cooperazione internazionale. 


Torino sempre al centro dell'innovazione internazionale!